Emergenza Buoni Pasto, commissioni alle stelle: “Così il sistema rischia di saltare”

I buoni pasto potrebbero non essere più buoni al via una campagna di sensibilizzazione sui clienti

A rimetterci sono tutte le attività commerciali che accettano i buoni pasto, oltre ai dipendenti pubblici e privati che pranzano grazie a questo sistema. Quella dei buoni pasto è una vera e propria emergenza a livello nazionale, che non risparmia bar, ristoranti e supermercati di Pisa e provincia.

Nell’occhio del ciclone ci sono le commissioni che i commercianti sono costretti a pagare su ogni singolo buono pasto. Dall’inizio dell’anno, in seguito alla nuova gara bandita da Consip per la fornitura del servizio alla pubblica amministrazione, la percentuale delle commissioni sono più che triplicate, schizzando dal 6% al 19,75% per le attività di Pisa e provincia, e che in alcuni casi in Italia arrivano a superare il 20%. A Pisa l’allarme è partito da alcune attività commerciali della zona della Sapienza, che hanno notato subito le conseguenze dell’aumento, considerati i tanti dipendenti d…

SULLO STADIO INTERPELLANZA DEL CONSIGLIERE COMUNALE RAFFAELE LATROFA ( PISA NEL CUORE )

“I discorsi non ci interessano; ora il Sindaco deve metterci la faccia”. Raffaele Latrofa, capogruppo di Pisa nel Cuore, non molla la presa sull’argomento dello stadio. “Dopo che ho lanciato sui social l’hashtag #bastagiochetti, chiedo chiarezza al Sindaco e alla Giunta circa l’eventuale percorso urbanistico di ristrutturazione dell’Arena. In particolare, con un’interpellanza protocollata stamani, chiedo che il Sindaco faccia trasparenza sulle intenzioni dell’Amministrazione Comunale e metta nero su bianco un cronoprogramma che scandisca i tempi dell’operazione”.
In sostanza, Latrofa chiama il Sindaco e la Giunta a un impegno formale, anche relativamente alla convenzione ponte, che dovrà comunque essere firmata prima dei lavori di ristrutturazione.

Sotto il testo dell' interpellanza :

Commenti